Industria

La NASA sta usando materiali dell'era spaziale per creare rifugi che potrebbero aiutare a salvare i vigili del fuoco

La NASA sta usando materiali dell'era spaziale per creare rifugi che potrebbero aiutare a salvare i vigili del fuoco

La NASA sta collaborando con i servizi di incendi forestali e sta testando per vedere se il loro materiale dell'era spaziale potrebbe aiutare a salvare la vita dei vigili del fuoco.

Lo spazio è estremamente ostile, quasi certamente non è un luogo per la vita umana, se non fosse per qualche ingegnosa ingegneria. Dopo anni di studio, la NASA ha sviluppato una serie di tecnologie adatte a fornire un ambiente ospitale all'interno di uno mortale. I veicoli spaziali devono essere in grado di resistere a pressioni immense, calore estremo e fornire supporto vitale a tutti gli astronauti a bordo. Tuttavia, la stessa tecnologia che mantiene gli astronauti al sicuro all'interno del loro velivolo potrebbe anche diventare parte della tecnologia che salva i vigili del fuoco da incendi fuori controllo.

In seguito al mortale incendio di Yarnell Hill in Arizona nel 2013, il NASA Langley Research Center ha deciso di collaborare con il servizio forestale degli Stati Uniti per vedere se la loro tecnologia dell'era spaziale potesse fornire un rifugio per salvare i vigili del fuoco. Sfortunatamente, l'incendio divenne rapidamente incontrollabile e intrappolato 19 vigili del fuoco dentro. La squadra è riuscita a dispiegare un rifugio di emergenza che stavano trasportando, ma non è stata in grado di salvarli. Tutti e 19 sono morti nell'incendio.

"Quando l'ho visto al telegiornale, mi ha sconvolto nel profondo"

ha affermato Mary Beth Wusk, ora responsabile del programma del Game Changing Development Program della NASA presso la Direzione della missione tecnologica spaziale. Lei continua

"L'enorme perdita di quei vigili del fuoco ha fatto riflettere alcuni di noi della NASA su come la nostra ricerca potrebbe aiutare a migliorare la sopravvivenza dei vigili del fuoco".

La NASA sta cercando di cambiare per sempre il futuro della lotta agli incendi per aiutare a salvare gli eroi che rischiano la vita quasi ogni giorno per mantenere tutti gli altri al sicuro.

A quel tempo, la NASA stava ancora sviluppando sistemi di protezione termica flessibili, simili a quello utilizzato per la recente espansione sulla ISS. Lo scudo termico è simile alle attuali tecnologie di schermatura implementate oggi dai vigili del fuoco, ma potrebbe presentare una maggiore protezione per proteggere i vigili del fuoco dal caldo estremo mentre le situazioni crescono fuori controllo.

"Siamo stati in grado di utilizzare la nostra decennale esperienza nello sviluppo di materiali flessibili per scudi termici, che hanno molte cose in comune con i materiali per rifugi antincendio",

dice Josh Fody, capo attività CHIEFS. Lui continua,

"Abbiamo affrontato la sfida di progettare un nuovo rifugio da una prospettiva ingegneristica, iniziando con lo screening di piccoli campioni di 70 materiali e oltre 290 combinazioni uniche di quei materiali".

La collaborazione con il Missoula Technology and Development Center (MTDC) del Servizio forestale degli Stati Uniti nel Montana e il progetto Fire Shelter porta Anthony Petrilli e Mary Ann Davies potrebbero vedere nuovi e migliorati rifugi antincendio completati entro il 2018. La NASA sta tentando di sfruttare la loro tecnologia resistente al calore che utilizza molti strati per rallentare il trasferimento di calore. Tuttavia, c'erano molti problemi lungo la strada.

"Abbiamo imparato rapidamente che non potevamo riutilizzare i nostri materiali direttamente",

dice Fody.

"Non puoi semplicemente prendere uno scudo termico gonfiabile e trasformarlo in un rifugio antincendio. I vincoli di massa e volume sono troppo rigidi per il mondo dei rifugi antincendio ".

Attualmente i rifugi sono stati ridotti a meno di un spessore millimetrico, pesare4,3 libbre (1,95 kg) e può essere impacchettato in uno spazio delle dimensioni di un mezzo gallone di latte. Due prototipi sono stati testati in Canada e presso la North Carolina State University. 22 prototipi sono stati testati per un periodo di 3 mesi.

Configurazione del test antincendio [Fonte immagine: NASA]

Gli ingegneri della NASA prevedono di pubblicare le loro scoperte presso il Servizio forestale degli Stati Uniti entro il 2017, con un dispositivo finalizzato pronto per il 2018. Si spera che la tecnologia darà ai vigili del fuoco una possibilità di combattere in situazioni altrimenti fatali. La tecnologia non potrebbe essere pronta abbastanza presto poiché i vigili del fuoco continuano a mettere le loro vite in pericolo in fuochi ardenti in tutto il mondo.

Configurazione della prova di fuoco primaria [Fonte immagine: NASA]

VEDERE ANCHE: Il router Wi-Fi nascosto in un masso è alimentato dal fuoco

Scritto da Maverick Baker


Guarda il video: Perseverance, il rover nucleare della Nasa che andrà a caccia di forme di vita aliena (Dicembre 2021).