Innovazione

Exoskin: la pelle mutevole alimentata pneumaticamente

Exoskin: la pelle mutevole alimentata pneumaticamente

Exoskin è uno dei materiali programmabili leader nel mondo che dà vita a materiali inerti negli oggetti di uso quotidiano. Exoskin è una tecnologia all'avanguardia destinata a portare l'interazione umana e ambientale a nuovi livelli fornendo un dispositivo composito mobile e intrattabile per rilevare, reagire e portare un nuovo livello di personalizzazione alla tecnologia concorrente.

C'è stato un tempo in cui era necessario un dispositivo separato per controllare l'ora, effettuare una chiamata, ascoltare la radio e cercare una destinazione. I progressi tecnologici hanno combinato il meglio delle tecnologie quotidiane in un dispositivo completo, uno che miliardi delle persone condivide, si connette e interagisce con tutto il mondo, ogni giorno: quel dispositivo significativo è un computer portatile o un telefono cellulare. La tecnologia sta percorrendo il percorso dell'interazione umana e riunisce una serie di funzionalità in un unico dispositivo. Exoskin è destinato a portare l'interazione e la personalizzazione a un livello completamente nuovo con un nuovo materiale in grado di piegarsi, reagire e cambiare completamente la sua forma.

L'Exoskin è un materiale pneumaticamente elastico che cambia le interfacce in base a input sensoriali o un'azione programmata che viene poi azionata dall'aria compressa attraverso una serie di tubi che creano un'interfaccia mutevole, personalizzabile tramite programmazione o input sensoriale. Il dispositivo utilizza il gonfiaggio pneumatico per modificare la forma di un oggetto che viene determinata tramite un ingresso programmato.

Basheer Tome B.S. del Georgia Institute of Technology ha presentato un documento nel 2013 esaminando il potenziale di un nuovo materiale programmabile da lui sviluppato. La sua iniziativa è quella di cambiare il modo in cui gli esseri umani interagiscono con oggetti inanimati e statici.

“I materiali programmabili hanno il potere di portare in vita materiali inerti nel mondo che ci circonda. Exoskin, fornisce un modo per incorporare una moltitudine di materiali statici e rigidi in membrane elastiche azionabili, consentendo ai nuovi compositi semirigidi di rilevare, reagire e calcolare "

Dice Basheer.

Il primo dispositivo in cui Basheer ha integrato il suo materiale programmabile è stato uno utilizzato ogni giorno che non ha visto un cambiamento drastico dalla sua invenzione, essendo un volante. L'Exoskin era montato su un volante ed era dotato di feedback tattile, in grado di fornire al conducente informazioni come durante la navigazione GPS dove le informazioni vengono trasmesse al guidatore attraverso piccole increspature pulsanti che segnalano la direzione di una svolta imminente. L'oscillazione delle increspature è aumentata per comunicare la prossimità della svolta.

Si dice anche che l'Exowheel sia dotato di una "impugnatura ergonomica dinamica", in grado di rilevare i punti di pressione con cuscinetti capacitivi che rilevano il posizionamento della mano che quindi regola automaticamente la superficie per il comfort e la presa. L'Exowheel può anche cambiare forma durante una svolta per trasmettere informazioni per correggere una svolta ed eseguire una manovra più sicura.

Exoskin potrebbe vedere un riemergere tra la robotica per dare ai robot un "tocco morbido", consentendo un maggior grado di utilizzo in aree che richiedono estrema precisione. Gli scienziati di Harvard stanno già lavorando su dispositivi pneumatici morbidi per creare robot di precisione e orientati verso il gentile che sono in grado di spremere in piccole aree e piegarsi in piccoli crepacci. La tecnologia potrebbe aiutare gli operatori di ricerca e soccorso.

Robot morbido, in grado di spremere sotto un'area di 3/4 di pollice[Fonte immagine: Harvard / George Whitesides]

La tecnologia è ancora in fase di sviluppo e sperimentazione iniziale, in cui il team che ha progettato l'Exoskin continuerà a esplorare altri luoghi in cui una superficie bidirezionale che cambia texture potrebbe essere utile. Sebbene il dispositivo sia attualmente utilizzato su un volante, un giorno potrebbe essere utilizzato come meccanismo di propulsione per "serpeggiare" attraverso piccoli crepacci e cercare persone sepolte tra le macerie.

La tecnologia potrebbe anche vedere un'applicazione utile nei telefoni cellulari per creare una custodia di personalizzazione in grado di adattarsi a una mano, così come mobili che possono modellarsi attorno alla forma di un corpo. Con l'avanzare della tecnologia nel settore della robotica morbida, il suo potenziale potrebbe vederlo utilizzato in qualsiasi cosa, dalla robotica al volante, e tutto ciò che puoi immaginare nel mezzo. Le superfici personalizzabili e mutevoli potrebbero diventare una parte importante del futuro che potrebbe vedere gli esseri umani interagire con il mondo in un modo completamente nuovo.

[Fonte immagine: Exoskin]

VEDERE ANCHE: Pelle elettronica vicina alla realtà con sensori di autoguarigione

Scritto da Maverick Baker


Guarda il video: Capre, tamburi e grancasse (Gennaio 2022).