Architettura

Scoperte costruzioni di Neanderthal di 175.000 anni nella caverna

Scoperte costruzioni di Neanderthal di 175.000 anni nella caverna

I ricercatori dell'Università di Bordeaux hanno scoperto più di antiche strutture costruite dai Neanderthal 175.000 anni fa.

Grandi, pelosi, brutali e di natura primitiva sono generalmente gli attributi associati ai Neanderthal. Tuttavia, quell'immagine potrebbe cambiare molto con la scoperta delle prime costruzioni di Neanderthal scoperte nelle profondità della Grotta di Bruniquel nel sud-ovest della Francia. La scoperta di 6 strutture antiche può indurre gli archeologi a ripensare a ciò che sappiamo sulle prime civiltà. La scoperta supera tutte le idee precedenti su ciò di cui in precedenza si credeva fossero capaci i Neanderthal.

Struttura rotonda costruita da Neanderthal [Fonte immagine: Etienne Fabre / SSAC]

Si sa molto poco della cultura di Neanderthal, in particolare di quelle primitive. A parte alcuni strumenti ossei primitivi, pochissimi artefatti sono stati conservati abbastanza bene da documentare i primi stili di vita. Degli strumenti che sono stati raccolti, la maggior parte ha fornito una scarsa indicazione della data in cui sono stati creati, fornendo così una conoscenza minima di questi predecessori della civiltà moderna. Tuttavia, una recente scoperta di particolari strutture circolari può aiutare a rispondere ad alcune domande sugli antichi Neanderthal.

"I Neanderthal erano inventivi, creativi, astuti e complessi",

Uno dei membri del team, Jacques Jaubert dell'Università francese di Bordeaux, ha detto all'AFP.

"Non erano semplici bruti concentrati a tagliare utensili di selce o uccidere bisonti per il cibo."

Furono scoperte le antiche strutture 336 metriin una grotta che è stata scoperta solo nel 1990. Si pensa che prima che la grotta fosse scavata dai ricercatori, gli unici "umani" ad esservi entrati prima sarebbero stati i Neanderthal. Speleologi locali hanno scavato l'ingresso crollato, aprendo un 30 metri di lunghezza e stretto passaggio che conduce al loggiato.

La grotta aveva prove di orsi che in precedenza occupavano la grotta, lasciando segni di artigli e cavità di ibernazione dietro. Tuttavia, 300 metri nella grotta hanno rivelato sei strutture composto da stalagmiti intere e spezzate, accompagnato da testimonianze di numerosi incendi. La datazione in serie all'uranio della ricrescita delle stalagmiti sulle strutture e sull'osso bruciato in combinazione con la datazione delle punte delle stalagmiti sulle strutture fornisce un'età affidabile della struttura - datandola indietro176,5 mila anni, rendendo le strutture tra le più antiche costruzioni conosciute realizzate dall'uomo mai scoperte. I risultati indicano che gli esseri umani padroneggiavano la vita sotterranea e avevano la capacità di manipolare il fuoco e creare strumenti, molto prima che si pensasse in precedenza. La scoperta ha scoperto un passo importante nella modernità umana.

Una delle antiche costruzioni di stalagmiti[Fonte immagine:Natura]

La scoperta apre nuove prospettive alla prima vita di Neanderthal. Con le recenti scoperte, è ora ben documentato che la civiltà primitiva aveva una padronanza impeccabile sulla produzione di utensili, inclusa la creazione di luce con il fuoco. Non solo i Neanderthal potevano dotarsi di strumenti, ma le grotte rivelano un intricato design nella prima costruzione degli edifici. La ricerca fornisce informazioni su come viveva la civiltà primitiva, rivelando che la vita antica era molto più complessa di quanto si pensasse in precedenza. I Neanderthal responsabili della costruzione dei manufatti possedevano un alto grado di organizzazione sociale, in grado di orchestrare la creazione di spazi abitativi, cultura e strumenti, ridefinendo ciò di cui i Neanderthal erano effettivamente capaci.

VEDERE ANCHE: L'uomo ha passato a mano tutta la sua vita a creare grotte giganti

Scritto da Maverick Baker


Guarda il video: Giorgio Manzi: Alle origini di Homo sapiens e del nostro mondo di simboli (Dicembre 2021).