Sostenibilità

Valutare Earthship: un concetto di edificio sostenibile efficace o no?

Valutare Earthship: un concetto di edificio sostenibile efficace o no?

Le Earthship sono edifici verdi costruiti utilizzando una varietà di materiali riciclati e che utilizzano anche processi naturali, come l'energia solare, l'acqua piovana e le piante, per i vari servizi come il riscaldamento, l'energia elettrica e l'acqua. Ad esempio, la raccolta dell'acqua piovana aiuta a fornire acqua mentre le piante assorbono e trattano i liquami. Fanno uso di energia eolica e utilizzano misure di efficienza energetica e conservazione dell'acqua.

Il concetto si è evoluto in trent'anni dal lavoro dell'architetto e autore Michael Reynolds, un convinto sostenitore e sostenitore della vita "radicalmente sostenibile" e un aspro critico delle convenzioni architettoniche convenzionali. I progetti degli edifici di Reynolds sono stati spesso controversi. Ha costruito la sua prima casa sostenibile (la "Thumb House") nel 1972, l'anno dopo aver pubblicato una tesi sull'argomento in Architectural Record. È anche autore di cinque libri sull'architettura sostenibile, che chiamano il suo approccio particolare "Earthship Biotecture". L'attuale azienda opera da tre comunità Earthship a Taos, New Mexico.

La tecnica di Reynolds consiste nell'utilizzare materiali di uso quotidiano che normalmente sarebbero stati smaltiti come "spazzatura", come lattine, bottiglie di plastica e pneumatici usati (utilizzati per costruire la parete posteriore della struttura). Ad esempio, Thumb House ha utilizzato lattine cablate insieme per formare mattoni che sono stati poi incollati insieme e intonacati, un metodo che ha brevettato nel 1973.

Le Earthship sono generalmente strutture "off-grid" che utilizzano pannelli solari e raffreddamento geotermico e altre tecnologie di energia rinnovabile. Alcuni di loro sono stati commissionati da celebrità come gli attori Dennis Weaver e Keith Carradine. Tuttavia, alcuni clienti hanno intentato azioni legali a causa di difetti di progettazione con conseguenti tetti che perdono e scarso controllo del clima. Ciò ha indotto lo State Architects Board del New Mexico a condannare il suo lavoro come illegale e pericoloso. Tuttavia, questo successivamente lo ha spinto a iniziare a seguire i codici edilizi statali e federali e la sua licenza di architetto è stata ripristinata nel 2007. Reynolds ha tenuto conferenze sull'edilizia sostenibile per organizzazioni come l'American Institute of Architects.

Centro visitatori di Earthship a Taos, New Mexico [Immagine: RONg, Flickr]

Reynolds è stato promosso come una figura di spicco all'interno del più ampio movimento verde, in particolare con l'aumento della preoccupazione per il riscaldamento globale. È il soggetto di un film intitolato Garbage Warrior ed è apparso anche nell'episodio 5 di Stephen Fry in America(2008) ed è anche apparso ampiamente in interviste televisive e radiofoniche.

Ci sono un certo numero di modelli di Earthship presentati sul sito web di Earthship Biotecture, ma sembrano tutti essere basati sul modello globale che, così afferma l'azienda, può essere modificato per qualsiasi clima e può essere costruito in un numero di dimensioni diverse, con un costo di circa $ 230 (£ 159,60) per piede quadrato da costruire. Mentre l'equipaggio di Earthship Biotecture viaggia spesso per costruire Earthship, il progetto è disponibile anche tramite i disegni costruttivi forniti dalla società per coloro che desiderano costruire la struttura da soli, qualcosa che la società afferma può ridurre i costi di circa il 40%. Esempi di questo modello sono stati costruiti in diversi paesi al di fuori degli Stati Uniti, come Paesi Bassi, Francia e Messico, ma in Europa ci sono alcune domande pertinenti sul rendimento del concetto.

Il concetto di Earthship utilizza grandi finestre rivolte a sud che sono angolate per raccogliere la luce solare e il calore con una massa termica nella parte posteriore, costruita con pneumatici per auto usate e terra battuta. L'edificio incorpora anche pannelli solari per la generazione di elettricità e cisterne per la raccolta della pioggia e dello scioglimento della neve, che viene successivamente filtrata per l'acqua potabile. Una variazione del modello globale è il modello globale a Vault e ad un livello più elementare è il modello di sopravvivenza semplice evoluto da un design di base costruito dalla società di Haiti. Secondo un blog scritto dallo stesso Reynolds nel 2013, il budget per la struttura di Haiti era “praticamente inesistente”, dato che la popolazione haitiana è tra le più povere del mondo, costringendo l'azienda a lavorare con materiali molto elementari. La struttura risultante è stata quindi assorbita nello stock di progetti Earthship dell'azienda con alcuni adattamenti.

Un Earthship in costruzione nel Wyoming, USA [Immagine: Duncan Kinney, Flickr]

I sistemi comunemente utilizzati nelle Earthships includono la raccolta dell'acqua piovana e dello scioglimento della neve, la generazione di elettricità, i sistemi fognari, il controllo del clima e la produzione di cibo. L'acqua raccolta dalla raccolta dell'acqua piovana da una superficie del tetto portatile può essere riscaldata da biomasse e / o sistemi solari termici o gas naturale con l'approvvigionamento idrico comunale come riserva. L'acqua piovana viene convogliata in cisterne e quindi ulteriormente convogliata in un modulo acqua dotato di una pompa e un filtro, la pompa che spinge l'acqua in un serbatoio per fornire la pressione dell'acqua e il filtro che pulisce l'acqua per bere e lavare.

La generazione di elettricità viene solitamente effettuata tramite solare fotovoltaico e / o energia eolica supportata dall'accumulo di energia della batteria mentre le acque reflue vengono trattate in celle di trattamento interne ed esterne con servizi igienici che utilizzano acque grigie trattate per lo scarico. Il clima interno della Earthship è regolato dal riscaldamento tramite il sole attraverso finestre ad angolo, con l'energia termica immagazzinata nella massa terrestre sul retro della casa. Proteggere il sole fornisce raffreddamento.

Il primo Earthship in Europa è stato costruito da Reynolds a Strombeek in Belgio nel 2000, dopo che i precedenti piani per costruirne uno a Boingt erano stati veto dal sindaco della città. Di conseguenza, lo Strombeek Earthship è stato costruito in un cortile come modello dimostrativo. La società di consulenza sui cambiamenti climatici CLEVEL ha successivamente invitato Reynolds nel Regno Unito, avviando così i piani per la Brighton Earthship. Seguirono altri progetti in Francia e nei Paesi Bassi. Il primo Earthship nel Regno Unito è stato costruito nel 2004 a Kinghorn Loch a Fife, in Scozia, dall'ente di beneficenza SCI con il Brighton Earthship istituito l'anno successivo. Il progetto di Brighton è stato preceduto da uno studio di fattibilità di sei mesi finanziato dalla UK Environment Agency e dall'Energy Savings Trust. Successivamente, i piani per 16 case Earthship con una, due e tre camere da letto sono stati approvati per il sito, con un prezzo di vendita compreso tra £ 250.000 e £ 400.000. Altri Earthship sono in corso o sono stati costruiti in Portogallo, Spagna, Francia, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Svezia, Danimarca, Germania, Estonia e Repubblica Ceca.

La stessa Earthship organizza tour e corsi per i visitatori per saperne di più su come funziona tutto questo e sono stati istituiti progetti Earthship in Europa, in particolare a Brighton, per valutare e promuovere ulteriormente il concetto.

Nel Regno Unito, il Low Carbon Trust ha deciso di costruire un Earthship a Brighton, il primo ad essere costruito in Inghilterra. L'edificio è utilizzato come centro comunitario per Stanmer Organics e si trova in un sito accreditato dalla Soil Association. Il progetto ha abbracciato diversi obiettivi, tra cui la fornitura di posti di lavoro per i lavoratori edili locali, agendo come una dimostrazione della bioedilizia all'avanguardia e per ispirare le persone ad agire per contrastare il cambiamento climatico, sia a casa che al lavoro.

L'edificio si basa su cinque principi fondamentali, in particolare, l'uso di materiali a basso impatto; progettazione solare passiva; energia rinnovabile; raccolta dell'acqua piovana e utilizzo di piante per il trattamento dell'acqua. Seguendo il progetto Reynolds, le pareti sono costruite con pneumatici per auto, oltre 48 milioni dei quali vengono smaltiti ogni anno nel Regno Unito, e terra battuta. Questo crea una massa termica importante per la regolazione del clima dell'edificio. La struttura del pneumatico viene infine intonacata con fango, adobe o cemento. Un'altra tecnica consiste nell'utilizzare bottiglie di vetro fissate insieme per formare mattoni.

L'orientamento dell'edificio a sud, oltre alla massa termica formata dalle pareti, favorisce la regolazione del clima. Le finestre di vetro sono angolate per il massimo guadagno di calore. Le qualità termiche del progetto sono state valutate dall'Università di Brighton, anche se in un momento in cui l'edificio era ancora in costruzione.

Interno di Earthship [Immagine: Jenny Parkings, Flickr]

Resta da vedere quanto siano effettivamente efficienti le Earthship, nonostante il concetto ingegnoso. Ci sono ancora domande su quanto bene il concetto possa essere adattato ai climi europei, dato che alcune delle Earthship in Europa non sembrano funzionare come avrebbero dovuto. Ad esempio, alcune case mostrano segni di problemi di umidità e muffa. Ciò è complicato dalle critiche secondo cui Reynolds sembra essere riluttante a presentare ricerche o cifre relative alle prestazioni di Earthship in climi diversi.

Secondo le discussioni su questo argomento sul sito web di Earthship Europe, Reynolds ritiene che attingere al calore della terra offra "comfort in qualsiasi clima", può essere valido per il Nuovo Messico ma non necessariamente per l'Europa. In secondo luogo, sembrano esserci problemi con i ponti termici nella progettazione, essendo i ponti termici una ben nota fonte di umidità e muffa. Altre preoccupazioni riguardano la ventilazione e la massa termica, quest'ultima particolarmente importante nei paesi dell'Europa settentrionale come la Svezia.

In Scozia, il progetto Earthship Fife ha riscontrato problemi con il tetto in legno derivanti dall'uso di terreno umido con cui battere i pneumatici. L'effetto era quello di intrappolare molta umidità all'interno. Ciò ha portato all'evaporazione dell'umidità sul tetto, da qui i problemi.

Gli occupanti di una nave terrestre in Spagna hanno dovuto posizionare tende da sole sul lato sud e ombreggiare i lucernari per ridurre il surriscaldamento in estate. Hanno anche dovuto adattare il sistema delle acque grigie per respingere l'acqua dal lavello della cucina, che in precedenza aveva causato un odore sgradevole.

La valutazione del Brighton Earthship da parte della Brighton University è andata in qualche modo a rispondere a queste domande, ma non completamente. Lo studio ha raccomandato ulteriori ricerche sulla questione non appena il progetto sarà avviato e funzionante correttamente, ma i risultati iniziali hanno indicato che sebbene il muro del pneumatico in terra battuta stesse effettivamente moderando le temperature esterne, il progetto avrebbe dovuto essere aumentato da un riscaldamento aggiuntivo in inverno e adattamenti a alleviare il surriscaldamento in estate. Le Brighton Earthships potrebbero anche dover installare pavimenti isolati e l'elevata umidità è anche un problema per quanto riguarda la ventilazione.

In generale, sebbene l'Earthship sembri funzionare bene nel New Mexico e nell'Europa meridionale, per i climi europei più settentrionali il concetto necessita di un discreto grado di adattamento prima di poter essere realmente considerato efficace come concetto di costruzione sostenibile in quelle aree.


Guarda il video: 3 CASI in cui NON CONVIENE montare una POMPA DI CALORE - #109 (Ottobre 2021).